Home page Obiettivi Chi siamo
 
         Login
 
         Contattaci
 





    Gestione Documentale
    Richiesta di offerta
    Gruppi di acquisto
    Aste al rialzo
    Aste al ribasso

    Newsletter
    Pagine bianche utenti
    Inserimento acquisti
    Forum




EMOGASANALIZZATORE
Link
 

Gli emogasanalizzatori sono apparecchiature che misurano la pressione parziale dell'ossigeno (pO2), dell'anidride carbonica (pCO2) e quella diretta del pH nel sangue impiegando elettrodi specifici. Essi trovano maggiore impiego nei laboratori di analisi cliniche e presso i reparti ospedalieri specialistici quali i servizi di emodialisi, i laboratori d’urgenza, le sale operatorie e le terapie intensive.

Questo tipo di misurazioni, definita comunemente emogasanalisi, rappresenta un insostituibile strumento di diagnosi e controllo terapeutico nel trattamento delle patologie legate all'apparato respiratorio, cardiocircolatorio e negli interventi chirurgici.

Per le misurazioni di pH, di pCO2 e di pO2 nel sangue arterioso prelevato, si utilizza un sistema di rilevazione composto da tre elettrodi specifici provvisti di membrane permeabili rispettivamente agli ioni idrogeno, all'anidride carbonica ed all'ossigeno; gli elettrodi sono posti in un vano termostatato a 37°C ove viene veicolato il sangue.

Il segnale elettrico prodotto dagli elettrodi viene rilevato mediante tecnica potenziometrica (misura del potenziale generato), nel caso della determinazione di pH e pCO2, oppure attraverso tecnica amperometrica (misura della corrente sviluppata), applicata per la determinazione di pO2.

Nell'emogasanalizzatore si possono distinguere fondamentalmente le seguenti unità funzionali:

  • Circuito fluidico: è la sezione nella quale vengono immessi i campioni di sangue e dove scorrono i liquidi di lavaggio ed i gas o le soluzioni di calibrazione. Si compone di pompe peristaltiche, pompe a vuoto, tubazioni, valvole a solenoide.

  • Sistema di calibrazione dei gas: attualmente per la calibrazione degli elettrodi della CO2 e dell'O2 sono impiegate miscele di gas precostituite presso la fabbrica o miscele di gas ottenute tramite un dispositivo inserito nello strumento.

  • Unità di misura: si tratta di una camera di misura, entro cui trovano sistemazione gli elettrodi del pH, pCO2, pO2, e di un blocco riscaldante per la sua termostatazione a 37°C.

  • Sistema di controllo e gestione: lo strumento è dotato di microprocessore dedicato per il controllo operativo delle principali unità funzionali (circuito fluidico, sistema di calibrazione dei gas, unità di misura), l'elaborazione e la presentazione dei risultati delle misure. A questo scopo il monitoraggio delle unità funzionali viene comunemente svolto da un programma di autodiagnosi che segnala all'operatore qualsiasi malfunzionamento (ad es.: instabilità della temperatura, usura delle membrane, presenza di bolle d'aria).

E' un'iniziativa ITAL TBS © ITAL TBS 2001 -  Informazioni sulla Privacy